Posts Tagged ‘Pubblicazione’

Premio letterario “Qulture ti pubblica” @ Una ghirlanda di libri

29 marzo 2020

[fb: @premioqulturetipubblica]

Le pagine di un blog personale sono forse, in rete, la cosa più simile a un consiglio bisbigliato all’orecchio da un amico. I consigli si possono seguire o meno, a seconda di molti fattori ma, soprattutto, dell’affinità con chi ce li propone. So che ci siete, so che leggete, anche quando non commentate. E so anche che molti di voi sono appassionati di vita, di libri e di scrittura, come me.

Per questo mi sento di darvi un consiglio da amica. Seguitemi.

l’Associazione Qulture(1) e Una ghirlanda di libri(2) propongono il Premio letterario Qulture ti pubblica @ Una ghirlanda di libri riservato a poesie, narrativa breve e romanzi inediti a tema libero.

Il premio letterario si articola in tre Sezioni:

A) POESIA (è possibile inviare fino a tre poesie)

B) NARRATIVA BREVE (massimo 15.000 caratteri, spazi inclusi)

C) ROMANZO / RACCOLTA DI RACCONTI (senza limiti di lunghezza)

Gli elaborati devono essere inviati entro e non oltre il 1° GIUGNO 2020 e saranno sottoposti al giudizio insindacabile della giuria.

I migliori elaborati di ogni Sezione saranno pubblicati da Felici Editore a cura dell’Associazione Qulture senza nessun costo per gli autori. È prevista inoltre l’assegnazione del Premio della Giuria e il Premio Ghirlanda’s choice.

Le premiazioni si svolgeranno sabato 26 settembre 2020 a Cinisello Balsamo (MI) in occasione della manifestazione Una ghirlanda di libri, nella cornice di Villa Casati Stampa di Soncino (3).

Il bando e la domanda di partecipazione si trovano QUI.

INFORMAZIONI: Per qualunque richiesta di chiarimento o informazioni, contattare la Segreteria del premio all’indirizzo Qulturetipubblica@gmail.com o telefonare al numero 347 3664276.

Tutti gli aggiornamenti saranno inseriti sul sito www.associazionequlture.it, sul sito www.unaghirlandadilibri.com e sulla pagina Facebook; è possibile inoltre inviare messaggi tramite Messenger.

§§§

1) L’Associazione culturale Qulture è nata per volontà di un gruppo di appassionati di libri e di cultura, tra cui alcuni cari amici, che mi hanno tirata dentro da circa un anno 🙂 .

Qulture ha intrapreso la pubblicazione di inediti di valore attraverso un’innovativa formula di partenariato con altre realtà editoriali. Una scommessa vinta, visto il successo della primissima uscita: Dodici in caso di stress, libro scritto da Nathalie Guetta e pubblicato ai primi del 2020.

[Un consiglio nel consiglio: è una storia che prende alla pancia e alla testa, bollicine per animi ironici, passionali e lateralmente surrealisti. Mai come ora sono convinta che valga sempre la pena curare le risorse di resilienza contenute nella capacità di stupirsi e di sognare, e questo libro fa allo scopo]

Il programma delle pubblicazioni è stato recentemente aggiornato, alla luce delle difficoltà dovute all’emergenza sanitaria mondiale, il cui exploit in Italia è coinciso (che fortuna!) con l’avvio delle nostre attività e, dunque, ci sarà da aspettare perché i prossimi titoli vadano alle stampe. Ma alcuni testi curati da Qulture sono disponibili sotto forma di ebook in vendita su Amazon:

Père Lachaise, un disegno cinque franchi, di Graziano Busonero.

A proposito di donne, di Chiarella Lagomarsini.

2) Una ghirlanda di libri è la Fiera dell’Editoria Indipendente che si terrà il 26 e 27 settembre 2020 a Cinisello Balsamo.

3) Villa Casati Stampa di Soncino rappresenta l’edificio più monumentale dell’antico abitato di Balsamo. Costruita fra 1590 e il 1608 per conto di Luca Casnedi, dal 1967 è stata donata, dal marchese Camillo II Casati Stampa di Soncino, alla Società San Paolo che ne detiene tutt’ora la proprietà. La villa fa parte dei Beni Culturali della Regione Lombardia (fonte: Una ghirlanda di libri).

 

Dicotomia n. 24 – Pubblicazione: Casa editrice / Self publishing

13 luglio 2018

Il post originale è apparso su Cartaresistente il 9 agosto 2013

 

Quando vedo un errore di stampa, penso sempre che sia stato inventato qualcosa di nuovo.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Glielo disse quel tale scrittore: “Se vuoi pubblicare, scegli bene con chi. Sai che l’opera prima non sempre perdona, ed il pubblico cerca un autore avvincente, uno che ci sa fare, che fa presa da subito, uno che si sa giocare le sue tante carte sul panno del Gran Casinò, non in mezzo alla gente al mercato, come certi autorucoli coi loro pamphlet da due soldi, che conoscono solo gli amici e che mietono a stento dei grami raccolti”. Questo disse, e lei gli ha dato retta, ha inviato le raccomandate, imbucato in cassetta i volumi già ben rilegati. Ha fiducia in quel bravo scrittore da milioni di copie vendute, dalla vita brillante, tutto bella famiglia, ville, macchine, cani, e magnifica amante pronta alla bisogna. Conversare con lui ogni giorno, questo è ciò che vorrebbe, e per questo ricerca l’accesso al suo status (spera tanto al più presto, e lo sogna, e lo sogna). Ma ha bussato, e non hanno risposto. L’ha rifatto, e poi scampanellato, pressoché a ogni porta. Tanto tempo è trascorso, ma per lei non è strano. È la regola, e questo si sa. Tante volte hanno detto: “Cara, la ringraziamo, ma per noi non va”. E comunque lei insiste. Non c’è altro da fare che inseguire la gloria, la giornata o le due in cui comparirà dietro tante vetrine, impilato col nome di un grande editore sulle copertine, il suo libro. Per tornare a rimettersi subito in coda alla fila.

Nel 2008 ho cominciato con il Self pubblishing e non ho più smesso. Niente e-book, stampo su carta con tiratura limitatissima a volte numerata, considerandomi libero da condizionamenti ma imponendomi la definizione dei contenuti, impaginazione professionale, immagini d’autore, editing, copertina, rilegatura, stampa, sovracoperta o confezione che curo una per una. All’interno trovi sempre un Ex-libris che dipingo a mano e incollo a fine volume. I miei libri li ricevono gratuitamente a fine anno (al posto di monotoni biglietti d’auguri) una ristretta cerchia di lettori selezionatissimi che li aspettano. Nessun problema ammettere che provo una certa soddisfazione nel creare il mio Self-pubblishing e nessuna idiosincrasia o retroscena da grande autore incompreso che deve auto-prodursi per essere letto o capito da qualcuno: ero semplicemente stanco di trattare con gli Editori, punto e basta! Tra un’autoproduzione e l’altra scrivo e creo immagini per la Stampa Nazionale che diffonde con prezzo in evidenza, ma non considero la cosa di rilievo, è solo un mestiere. Attualmente però mi sto rendendo conto che questo progetto personale, all’inizio un po’ snob, sta diventando un modus operandi: le Case Editrici accerchiate dal digitale stanno considerando la “stampa su carta” un lavoro di eccellenza. Il problema ora è, cosa ci stampo sopra di altrettanto eccellente?

Francesca Perinelli e Davide Lorenzon – Dicotomie resistenti n. 24
Illustrazione di Fabio Visintin

Dicotomia n. 24 – Pubblicazione: Casa editrice / Self publishing (Su Cartaresistente)

9 agosto 2013

..

 

dicotomia_24-pubblicazione_casaedi-selfpub_

Quando vedo un errore di stampa, penso sempre che sia stato inventato qualcosa di nuovo.
(Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1859-66 – postumo, 1833)

.

[Continua a leggere su Cartaresistente]

.

Testi di Francesca Perinelli e Davide Lorenzon

Disegno di Fabio Visintin

.

 

.

.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: