Dal fondo _ 25

 

Un attimo dopo, lei sta grondando sangue. Scompare rapidamente da questa terra, così come ogni ragione dell’esistenza di Mauro. E il mio odio per lei si tramuta per sempre in una pietà infinita.

Se solo potessi, scambierei subito la mia vita con la sua.

– Si chiamava Marta.

– Lui l’amava?

– Tanto.

– Ma poi ha sposato te.

– Amava ancora lei.

– …Perché me lo hai raccontato?

– Davvero non lo immagini?

– Che succede? – fa Lino comparendo in cambusa. Simona ne approfitta per uscire, se lo tira dietro e lascia sottocoperta il suo sguardo inquieto.

Dopo un lasso di tempo utile a riprendere il controllo, decido di raggiungere Mauro fuori, accanto agli altri due.

Gli faccio una carezza. Si sposta, ma mi mette la sua giacca addosso e dice:

– Hai freddo. – E non è una domanda. Si alza e si allontana, senza aspettare una risposta non dovuta.

 (continua)

<indietro   avanti>

<vai all’inzio>

 

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: