Dal fondo _ 19

 

Ritrova il pensiero lucido.

Se sei in ginocchio, in pezzi, ricomponili.

Per raddrizzarti, flettiti.

Impegnati a piegare anche un sorriso,

perché la simulazione è certo

che arrivi fino al cuore delle cose.

Nel deserto accetta la polvere.

Respirane le impurità.

Le rose case di formiche, accettale.

Così la fitta sassaiola

delle attenzioni non richieste,

quando vieni preso di mira alla sprovvista.

Comàndati da fuori a mente fredda.

Lucida la corrosione.

La coscienza dell’inutilità del tutto è la base

della libertà dal dolore.

Rinnega la compassione – Il gioco è un cerchio chiuso –

Non farle mettere le mani attorno ai fianchi,

aprire la tua stessa bocca.

Reprimi la risata.

Intona un canto vuoto,

perché la suo eco rimbombi per le stanze.

Uccidi la poesia.

 

 

<indietro   avanti>

<vai all’inzio>

 

Tag: , , , ,

2 Risposte to “Dal fondo _ 19”

  1. tramedipensieri Says:

    Non è che sia molto utile uccidere la poesia per non soffrire….

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: