Archivio dell'autore

Divertissement (iii)

11 Maggio 2022

lo scotto del lavello

il caldo scioglie i grassi
vanificando forse il tentativo di fare economia, aperto il rubinetto va aspettato che la caldaia si azioni e porti a temperatura l’acqua
nei giorni freddi dell’anno, quando il flusso è pronto per lavare i piatti, immergere le mani in acqua calda è un piacere


e allora no, che non si economizza

quando il flusso è pronto si tuffano le mani, e il calore brucia quasi fastidioso su dita e dorso ma subito

scavalca un brivido sordo

dal polso al gomito alle spalle e poi va a diramarsi
dalle clavicole

in su percorre a ondate rastremate il collo

raggiunge la radice dei capelli, le mascelle

le rilassa, aprendo alle labbra fredde un’ipotesi remota di sorriso

carezza e pungola le guance e il naso

fa fremere le rughe sulla fronte

in giù attraversa il petto a rullo

spiana lo stomaco

palpeggia i genitali

si srotola tra femore e caviglie

per quanto misero e breve, a questo piacere si può essere grati

si può

versare un goccio di sapone e attendere ancora
che si sfochi la schiuma sulla spugna fino al buio
arretrando la vista
infossandola nel corpo
mandandola in missione da paciere
presso le palpebre arrese
alle annose contese tra i pensieri
mostrare prove chiare
dichiarare le responsabilità

lasciate stare, ipocrite, io so
come ve ne stavate spalancate

quando

si dissipavano le mani
e gli aliti e gli spasmi
e non si accusava stanchezza
e non si contavano i lividi
e non si contavano le ore
e i piatti si accumulavano
come le incrostazioni
e si sapeva già lo scotto del lavello

(che poi quello
non era colpa né di biden né di putin)

e si sapeva bene di non poter pagare


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: