Posts Tagged ‘Stefano Mura’

The Square. Tra quattro Mura – Tettoia

14 dicembre 2021

di Stefano Mura

Ascolta la lettura dell’autore

Le tettoie trasparenti in vetro si dicono trasparenti quando la luce
passa attraverso, la luce che passa dalle tettoie trasparenti diventa
un anello di bianco, infatti le chiusure si definiscono chiusure
perché non permettono alla luce di passare dalle tettoie trasparenti
direttamente o indirettamente. Per questo l’anello diventa più scuro.
Se le lingue fossero trasparenti come il vetro potrebbero battere
con la trasparenza la tristezza, la tristezza è triste per troppa conoscenza,
senza la troppa conoscenza la lingua potrebbe dire penso che piove
o penso che piova ma è la conoscenza che le fa dire pioverà:
improvvisa una nuvola improvvisa la nuvola, dal cinereo
sembrerebbe avere la grazia di cedere ma nera e inflessibile ora
prepara battesimi e le aggregazioni tribali dei venditori di ombrelli.
Grigio scuro il cielo batte al ritmo dei desideri che non sono desideri
se non brucianti desideri chiari sotto la tettoia di vetro trasparente
che la pioggia oscura inconsapevole e burlesca, una sottigliezza traslucida
traspare dalla tettoia e appare e scompare secondo lo scroscio,
secondo il vento che muove la nuvola, il venditore di ombrelli ringrazia
il cielo, l’impiegato senza ombrello è incerto se acquistarne di nuovo,
un nuovo ombrello non è meglio del vecchio cappello, la scelta è
Il nuovo rovello, colore e meccanismo, un cappello ha colore ma non
meccanismo. Se la tettoia diventasse troppo piccola per riparare la gente,
il venditore di ombrelli venderebbe gli ombrelli, l’impiegato riluttante
guarderebbe il vecchio cappello, i rifugiati spererebbero nel cielo,
la suora si accontenta del velo.


Stefano Mura scrive poesia. Tra i suoi ultimi libri di versi Ponteggi (Edizioni Progetto Cultura,2015), Il criterio dell’ortica (Manni, 2016), L’ordine alfabetico (Zona, 2018), Tempo di latenza (Edizioni Progetto Cultura, 2019) e La buona materia (Fefé, 2021). Attento alla visione teatrale partecipa ai lavori della Casa dello Spettatore, e per la vocalità legge con gruppi di lettura drammatizzata a voce alta. Ama la motocicletta. Ha vissuto e lavorato all’estero.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: